Javascript

Home/Javascript

Introduzione ad AJAX

Con l’acronimo AJAX (Asynchronous JavaScript And XML) si identifica l’uso di un particolare oggetto JavaScript (l’oggetto XMLHttpRequest) che permette di effettuare le cosiddette richieste asincrone.

Ajax fornisce la possibilità di aggiornare parte di una pagina HTML senza che questa venga caricata nuovamente, quindi di aggiornare le pagine in tempo reale tramite Javascript.

Molti sviluppatori hanno scoperto i vantaggi di AJAX per offrire agli utenti un servizio migliore sui propri siti, creando pagine dinamiche che agiscono come potenti applicazioni web. Tuttavia, come Flash, anche AJAX può rendere difficoltosa l’indicizzazione di un sito da parte dei motori di ricerca, se la tecnologia non è implementata correttamente. L’utilizzo di AJAX determina due problemi principali legati ai motori di ricerca: è necessario che i bot dei motori di ricerca possano accedere ai contenuti del sito e che possano vedere e seguire la navigazione.

Ajax prevede l’uso estensivo di Javascript come collante di una serie di tecnologie diverse:
1- il normale layer di presentazione xHtml/Css
2- il Document Object Model, ovvero la modalità W3C compliant per consente ad uno script (quindi lato client) di modificare dinamicamente gli elementi che compongono la pagina;
3- XMLHttpRequest che consente alla pagina web di interrogare al volo un DB (o altro) che sta sul serve server;
4 – XML / XSLT come formato dei dati che viaggiano tra client e server;

Vantaggi dell’uso di AJAX:

– Migliora la fruibilità e l’usabilità della pagina
– Migliora l‘uso della banda utilizzata
– Aumenta la dinamicità di pagine web, grazie allo scambio di piccole quantità di dati
– Permette alle pagine web di cambiare il proprio contenuto senza effettuare refresh dell’intera pagina

Introduzione a jQuery

jQuery è un framework realizzato in Javascript per la programmazione di script lato client che consente attraverso pochissime righe di codice, di realizzare script altrimenti molto complessi che consentono di creare effetti su testo, immagini, controlli di varia natura e di interagire in modo semplice e diretto con i CSS, con AJAX e cosi via.

E’ possibile scaricare jQuery gratuitamente dal suo sito ufficiale nell’ultima versione.

jQuery ha lo scopo di semplificare la vita degli sviluppatori, consentendo di scrivere meno codice e, al contempo, ottenere risultati elevati difficilmente ottenibili programmando “a mano” i propri script.

Il progetto JQuery nasce nel 22 agosto 2005 quando John Resig rilascia una prima versione primordiale, ma in effetti raggiunge la versione 1 (stabile) soltanto il 26 agosto dell’anno successivo. A partire dalla versione 1.3, il codice core viene reso indipendente in modo da poter essere sviluppato ed esteso anche da Community esterne.

Il successo di jQuery è determinato dalla combinazione di diversi fattori:

– è completo e leggero;
– è semplice da utilizzare, ha una sintassi compatta e chiara ed è ben documentato;
– è fortemente estendibile (tramite “plugin”) ed è possibile trovare svariati esempi di codice già pronti all’uso;
– è rilasciato sotto doppia licenza MIT e GPL (per maggiori informazioni sui termini di licenza, si può visistare la sezione apposita presente nel sito ufficiale di jQuery), quindi liberamente utilizzabile sia in progetti personali che commerciali;
– è stato scelto come framework client-side da Microsoft, Google, Amazon, IBM, Dell, Mozilla, Twitter, DotNetNuke, WordPress e tantissimi altri diventando quindi uno “standard de facto”;
consente di scrivere codice indipendente dal browser (supporta ufficialmente Internet Explorer 6 o superiore, FireFox 2 o superiore, Safari 3 o superiore, Opera 9 o superiore e Chrome);
semplifica l’accesso agli eventi della pagina consentendo così sia la riduzione della quantità di codice necessaria per gestire le interazioni dell’utente sia la separazione formale di contenuto (markup) e presentazione (stili, azioni, dinamismi, ecc.);
supporta tutti i selettori CSS standard, da CSS 1 a CSS 3.

Il progetto JQuery nasce nel 22 agosto 2005 quando John Resig rilascia una prima versione primordiale, ma in effetti raggiunge la versione 1 (stabile) soltanto il 26 agosto dell’anno successivo. A partire dalla versione 1.3, il codice core (fondamentalmente la parte di CSS selector) viene reso indipendente (prenderà il nome di Sizzle) in modo da poter essere sviluppato ed esteso anche da Community esterne. – See more at: http://www.appuntisoftware.it/jquery-una-libreria-javascript-semplice-e-sintetica/#sthash.iqgHYSWT.dpuf
Il progetto JQuery nasce nel 22 agosto 2005 quando John Resig rilascia una prima versione primordiale, ma in effetti raggiunge la versione 1 (stabile) soltanto il 26 agosto dell’anno successivo. A partire dalla versione 1.3, il codice core (fondamentalmente la parte di CSS selector) viene reso indipendente (prenderà il nome di Sizzle) in modo da poter essere sviluppato ed esteso anche da Community esterne. – See more at: http://www.appuntisoftware.it/jquery-una-libreria-javascript-semplice-e-sintetica/#sthash.iqgHYSWT.dpuf
Torna in cima